foto

Mi piace molto questa foto. L'ha scattata il bambino che mi ha "noleggiato" il cammello per 1 euro quando questa Estate ('18) sono andato a Dahab per fare il bagno nel Blue Hole. Fu una giornata abbastanza tormentata perchè in realtà ho sempre un po' l'ansia quando vado all'estero e non ti dico quando mi capita poi di comprare dei pacchetti di escursioni, come appunto questo di Dahab, che ti costringono a viaggiare per decine di chilometri tra il deserto, tede beduine e cammelli vari.

L'Egitto mi ha sempre affascinato, ci sono andato svariate volte, forse più di dieci, ormai non lo ricordo più. Ogni volta in un posto divero, ho vista Marsa, Hurgada, ho fatto la crociera, naturalmente sono stato a Sharm ma Dahab mi ha davvero conquistato. Si perchè quel mare blu cobalto, il sole tagliente ma mai troppo cocente, il costante soffio di vento che d'estete gonfia le vele di numerosi e velocissimi Kitesurf ti lascia dentro un sospiro di vita che è difficile da dimenticare.

Quella mattina arrivati a Dahab fummo accolti da un gruppetto di ragazzini, scugnizzi Dahabiti, che senza sosta, con fermacostanza, con quei grandi sorrisi, le mani tese, le braccia nere e sporche di deserto, senza mai perdere la concentrazione, ti costringono a sorridere con loro ed a sborsare quattro spiccioli per farti poggiare il tuo culo grosso ed europeo su quel povero Cammello.

Gàmal mi ha così tanto conquisto che ho addirittura ceduto comprando per un altro euro al volo questo meraviglioso scatto fatto passandogli al volo il mio cellulare che lui prontamente ha attivato accedendo alla fotocamera ed indietreggiando al punto giusto per scattare una foto a dir poco perfetta.

Bravo Gàmal.